Per contatti e richieste
info@candilita.it
Candilita
Kronstadt_cop

Appuntamenti
Materiali
Autore

TOMASZ PARCZEWSKI
(Foma Jakovlevič Parčevskij)
2014

Kronštadt nella Rivoluzione russa

Tomasz Parczewski (1880-1932), nato nei territori russi da famiglia polacca, si trovò quasi per caso a Kronštadt, da insegnante di ginnasio e ufficiale dell’Impero russo in guerra, al momento della caduta dello zarismo. Rappresentante dei Senzapartito nel Soviet più estremista dell’intera Russia, poi governatore di Kronštadt per il Governo provvisorio di Kerenskij passò indenne le vicissitudini della rivoluzione e della guerra civile e riparò in Polonia nel 1921. Poco prima di morire riuscì a scrivere le sue memorie, uno dei primi resoconti mai pubblicati sulla storia dei leggendari rivoluzionari di Kronštadt.


traduzione di Alina Maria Adamczyk
a cura di Giuseppe Aiello

Titolo originale dell’opera:
Kronsztadt na tle Rewolucji Rosyjskiej
1935
Alina Adamczyk

Appuntamenti
Materiali
Autrice
ALINA ADAMCZYK
Le radici della zucca
2013







Il racconto di un'infanzia trascorsa tra Varsavia e la campagna polacca, passando per la catastrofe della guerra e dell'invasione nazista, e la ricostruzione di un paese devastato entrato improvvisamente a far parte del blocco sovietico. Poi la partenza, alla fine degli anni '50, per Ischia, in un meridione italiano che allora apparteneva davvero a un mondo lontano.








Urupia

Appuntamenti
Materiali
Autore
GIUSEPPE AIELLO
Urupia
2012

a casa di persone che non erano in cerca dell'isola felice, e infatti non l'hanno trovata






«Ah, sì la comune anarchica, la comune agricola… aspetta non mi ricordo bene, che sono, primitivisti, luddisti, insurrezionalisti, vegani? Fanno sesso libero o ci’hanno le famiglie? Dice che lavorano tantissimo. Mah, non lo so, a me questa cosa di andarsi a chiudere nell’isola felice se devo dire la verità non mi convince proprio…»

Continua



Il mistero solubile dello zucchero assassino

Appuntamenti
Materiali
Autore
GIUSEPPE AIELLO
Il mistero (solubile) dello zucchero assassino
2010

Una storia di cibo, dominio, denaro e scienza

O di alcune più o meno ragionevoli motivazioni per estromettere il saccarosio e diverse altre schifezze dalla vostra alimentazione.





I primi che ho sentito parlar male dello zucchero erano dei macrobiotici, gente conosciuta tantissimi anni fa, persone in genere un po' fissate che mangiavano roba strana, insapore e costosa e che evidentemente soffrivano non poco a nutrirsi di quei curiosi alimenti dai nomi orientali (azuki, bancha, tamari, shoyu, kombu, mah...) e, soprattutto, a non mangiarne altre.

Continua